GIORNATE DI STUDIO

Il circo va in università: workshop, seminari, lezioni, incontri tra studenti ed artisti.

GIORNATE DI STUDIO 2016

Stacks Image 281509
Stacks Image 281520

GIORNATE DI STUDIO
Al Circo Medrano

Stacks Image 281527

IMPRESSIONI
DELLE GIORNATE DI STUDIO 2015

GIORNATE DI STUDIO 2015

UNIVERSITA’ DI MILANO, APERTE DAL DIRETTORE DEL ROSGOSTSIRK (CIRCO DI STATO RUSSO)
LE GIORNATE DI STUDIO SULL'ARTE CIRCENSE

Il ruolo fondante degli artisti italiani nel circo sovietico, un appello ai giovani studenti e un pensiero alla scomparsa di Moira Orfei nell’intervento in Statale di Vadim Gagloev
Sul Circo manca informazione e formazione internazionale e accessibile; a dicembre il Forum patrocinato dall’UNESCO per riflettere sui problemi di quest’arte.
Milano, 16 novembre 2015 – E’ all’indomani dell’improvvisa scomparsa della regina del Circo italiano – Moira Orfei – che il Presidente del Rosgostsirk, Vadim Gagloev, ha dato il via alle Giornate di Studio sull’Arte Circense, con una lezione sulla storia e il modello unici del “Circo di Stato” e sulle sfide di quest’arte, rivolta agli studenti del Dipartimento di Beni Culturali e Ambientali dell’Università degli Studi di Milano.
Affiancato dal professor
Alessandro Serena di Circo e Dintorni - Direttore Scientifico del progetto “Open Circus” che da 7 anni promuove le Giornate di Studio – Gagloev ha tracciato il percorso storico del Circo in Russia dal ‘700 fino ad arrivare al Rosgostsirk odierno: un’organizzazione statale cui afferiscono 44 circhi stabili in tutto il Paese, con uno staff complessivo di oltre 800 persone e 2000 artisti – vere e proprie star note al grande pubblico russo - raccolti in compagnie che si spostano nei circhi dei diversi centri cittadini garantendo programmazioni di altissimo livello.
L’
Italia ha svolto un ruolo determinante nella nascita e nel radicamento dell’Arte Circense in Russia, che è parte integrante del tessuto culturale e sociale russo: “E’ stata una famiglia italiana, i Ciniselli – spiega Gagloev - a inaugurare la storia del circo stabile in Russia, fondando a metà Ottocento il circo di San Pietroburgo, la più antica e celebre istituzione stabile nel Paese; ed è stato grazie ad artisti italiani, francesi ed europei che il Circo ha dato i suoi primi grandi frutti nell’Ottocento, tanto da essere regolamentato e da diventare una emanazione del Ministero della Cultura, con una legittimità pari a quella del Teatro e del Cinema.
Eppure i
problemi non mancano: se soprattutto negli anni ’60, ’70 e ’80 del Novecento si è assistito a un incremento del numero di circhi e all’introduzione di nuovi generi e numeri grandiosi (tra tutti la “barra russa”), dagli anni ’90 il Circo risente di una forte crisi – in Russia e a livello internazionale – un fenomeno sostenuto anche dai sondaggi, secondo cui “solo” il 50% della popolazione afferma di amare il Circo (un tempo il giudizio positivo sarebbe stato pressoché unanime).
Da anni ci stiamo chiedendo con altri direttori di organizzazioni circensi – commenta Vadim Gagloev - che cosa stia succedendo, che cosa si aspetta lo spettatore dal Circo, quale sia il prodotto da vendere e soprattutto quale sia l’essenza stessa del Circo oggi”. Quesiti che - secondo il Direttore Generale del Rosgostsirk – non trovano risposta perché il Circo stesso non riesce a rispondere alla domanda su cosa esso sia e – soprattutto – perché manca nell’Arte Circense una formazione pubblica internazionale accessibile a tutti (rispetto al Teatro, alla Danza e allo Sport), motivo per cui le dinastie circensi hanno un ruolo fondamentale nel trasmettere l’Arte.
Proprio sui problemi attuali del Circo a livello mondiale si rifletterà nel
Forum Internazionale dell’Arte Circense in programma a dicembre a San Pietroburgo e patrocinato dall’UNESCO (in quanto il Circo è riconosciuto Patrimonio dell’Umanità). Intanto, per favorire la comunicazione sul mondo del Circo e promuoverne la creatività e professionalità, il Rosgostisirk ha istituito con il Ministero della Cultura “Master”,  premio annuale internazionale dedicato alle arti circensi 
E’ con un caldo
appello agli studenti che Gagloev conclude la sua lectio all’Università degli Studi di Milano: “Forse sarete voi a cambiare le sorti del Circo e a creare una nuova Scuola; se desiderate conoscere ed entrare in questo mondo, questo è il momento giusto, in cui è possibile sfruttare le nuove tecnologie. Da parte nostra non mancherà il supporto.”

Vadim Chermenovich Gagloev, Direttore Generale del Rosgostsirk

Innamorato dell’arte circense sin da giovane, Vadim Gagloev si è dedicato al suo sogno, quello di rendere ancora più grande il Circo Russo. All'inizio del 2000, con un gruppo di appassionati, è stato produttore dello show circense "ESCURSIONI", uno spettacolo di circo sperimentale, creato da un team di artisti sotto la sua direzione, che ha catturato i cuori di milioni di persone, sia in Russia che all'estero, vincendo ad esempio il Grand Prix del Festival Internazionale del Circo di Francia.
Ispirato dalla prima esperienza, si è cimentato anche nel teatro: ha curato due spettacoli ed è stato insignito della "Maschera d'oro" - il più significativo di premi teatrali in Russia.
L’attività Vadim Gagloev come produttore ha riscosso tanto successo che nel 2005 è stato eletto alla carica di Presidente del Consiglio della Fondazione del Festival annuale delle Arti e Cinematografia a Nizza.
Nel marzo 2014, Vadim Gagloev è stato nominato direttore generale della compagnia "Russian State Circus" che rappresenta la locomotiva del settore del circo russo. Fin dall’inizio della sua direzione, ha iniziato una trasformazione attiva nell'attività creativa ed economica oltre che amministrativa, portando il Circo Russo ad un altissimo livello di qualità.

Stacks Image 1888

Nella foto, al centro, Vladimir Gagloev, Direttore Generale del Rosgostsirk, oggi all’Università Statale di Milano per inaugurare le giornate di studio sull’Arte Circense.

In merito al laboratorio “Giornate di studio sull’arte circense” previsto dal 16 al 22 novembre, segnaliamo che la visita a Stefano Orfei Nones (ammaestratore di felini), prevista per sabato 21 novembre presso il circo di Moira Orfei, e la visita gratuita allo spettacolo dello stesso complesso, prevista per domenica 22 novembre, sono cancellate per motivi logistici. Al loro posto agli studenti verrà proposta un’integrazione didattica che sarà comunicata durante lo svolgimento delle attività formative.

Stacks Image 1856

GIORNATE DI STUDIO SULL'ARTE CIRCENSE - 16-22 NOVEMBRE 2015

PROGRAMMA COMPLETO

GIORNATE DI STUDIO 2015 – Settima edizione

LUNEDI' 16 NOVEMBRE
10.00-13.00 LABORATORIO DI GIOCOLERIA E ACROBATICA tenuto da Alberto Fontanella, Marco Migliavacca e Daniel Romila

15.00-18.30 CIRCO DI STATO RUSSO Un modello da imitare? Ne discutiamo col direttore del RosGosTsirk Vadim Gagloev CIRCO EL GRITO “Un circo contemporaneo all’antica”: Giacomo Costantini, fondatore della compagnia, ci parla dell’estetica di questa interessantissima realtà
SCENOGRAFIA E FIGURAZIONE SIMBOLICA Il regista e scenografo Marcello Chiarenza racconta la sua poetica

MARTEDI' 17 NOVEMBRE

10.00-13.00 LABORATORIO DI GIOCOLERIA E ACROBATICA tenuto da Alberto Fontanella, Marco Migliavacca e Daniel Romila

15.00-18.30 IL CIRCO KAZAKO Tra folklore e innovazione: incontro con Daulet Dosbatirov e Farisa Dosbatyrova, direttore artistico e artista del GKKP “Kazgoszirc
CIRCO SOCIALE Vittorio Babaglioni illustra i progetti educativi di Hiccup Circus Uganda. Franco Aloisio, presidente di Parada, spiega il lavoro della onlus rumena
CIRCO E AUDIENCE DEVELOPMENT Adolfo Rossomando, direttore di Juggling Magazine, presenta il progetto Quinta Parete dell’associazione Giocolieri e dintorni
JR CIRCUS Una compagnia europea tra Shakespeare e il teatro di strada. Intervengono Siobhan Johnson e Laurie Miller-Zutshi (SeaChange Arts), Mihaela Ciobanu (Parada) e il contorsionista Lorenzo Bernardi
MUTOID WASTE COMPANY Tra performance art e riciclo. La neolaureata Enrichetta Tagliavini ci parla della sua tesi su questa compagnia rivoluzionaria

MERCOLEDI' 18 NOVEMBRE

10.00-13.00 LABORATORIO DI GIOCOLERIA E ACROBATICA tenuto da Alberto Fontanella, Marco Migliavacca e Daniel Romila

15.00-18.30 CIRQUE DU SOLEIL Philippe Agoguè, senior acrobatic talent scout della più importante compagnia di circo contemporaneo, ne svela i segreti del casting
TANTI GENERI, UNA SOLA EMOZIONE Con Luisa Cuttini, direttrice artistica di Danzarte, parliamo di contaminazioni tra forme di spettacolo e del neonato CLAPS, Circuito Lombardia Arti Pluridisciplinari
LA MEMORIA DEL CIRCO Il Centro Educativo di Documentazione delle Arti Circensi di Verona: incontro col suo direttore Antonio Giarola STRAD@PERTA La neolaureata Sara Rancati descrive l’innovativa piattaforma che il Comune di Milano offre agli artisti di strada

GIOVEDI' 19 NOVEMBRE

10.00-13.00 LABORATORIO DI GIOCOLERIA E ACROBATICA tenuto da Alberto Fontanella, Marco Migliavacca e Daniel Romila

15.00-18.30 IMMAGINI DI CIRCO Il rapporto tra fotografia e arti del tendone: tavola rotonda con Andrea Giachi, Vojtech Brtnicky (Repubblica Ceca), Emanuele Cristallo, Giorgio Martini e Gianluigi Di Napoli (fotografo, tra gli altri, di David Larible e Francesco De Gregori)
NUOVO CIRCO IN REPUBBLICA CECA Dagmar Roubalová, direttrice del Cirkus Mlejn di Praga dialoga col fotografo Vojtech Brtnicky sul circo contemporaneo ceco
DALLA STRADA AL SOLEIL Incontro col giocoliere Marco Migliavacca, uno dei protagonisti di Allavita!, lo show che il Cirque du Soleil ha portato a Expo 2015

VENERDI' 20 NOVEMBRE

10.00-13.00 LABORATORIO DI GIOCOLERIA E ACROBATICA tenuto da Alberto Fontanella, Marco Migliavacca e Daniel Romila
15.00-18.30
MILANO CLOWN FESTIVAL Il direttore Maurizio Accattato, coi suoi PIC (Pronto Intervento Clown), ci anticipa il tema dell'unidicesima edizione della rassegna meneghina
DAL TENDONE ALLA STALLA Pier Giacomo Lucchini spiega l’estetica del Teatro Stalla, di cui è direttore artistico, tra pet teraphy e lavoro con gli animali TESI DI CIRCO Le neolaureate Erika Cammarata e Mariagrazia Meli propongono le loro tesi sugli acrobati Pamoja e sulla Civica Raccolta delle Stampe Bertarelli
MAESTRI DI CIRCO Parliamo di educazione e formazione circense con Camilla Peluso della Piccola Scuola di Circo di Milano

SABATO 21 NOVEMBRE

10.00 VISITA ALLE PROVE DI STEFANO ORFEI NONES Viaggio nel mondo dei grandi felini

DOMENICA 22 NOVEMBRE

15.00 VISITA AL CIRCO DI MOIRA ORFEI Il classico appuntamento sotto al tendone per lo show di una vera istituzione del circo italiano

GRANDI OSPITI ED EVENTI COINVOLGENTI


Si sta delineando il programma completo della settima edizione del laboratorio organizzato da Circo e dintorni che
dal 16 al 22 novembre porterà nelle aule del Dipartimento di Beni Culturali e Ambientali dell’Università degli Studi di Milano numerosi artisti, storici ed operatori circensi ed accompagnerà gli studenti in un viaggio alla scoperta delle discipline del tendone.

Fedeli al nome scelto per questo progetto di diffusione della cultura circense,
Open Circus, gli organizzatori hanno pensato ad una serie di momenti “aperti” a tutti gli amanti dello spettacolo popolare e di strada: dal lunedì al venerdì, presso la sede universitaria di Via Noto, si svolgeranno workshop di giocoleria gratuiti e facoltativi dalle ore 10 alle ore 13.

Stacks Image 1762

I pomeriggi, dalle 15 alle 18.30, saranno dedicati agli incontri e ai dibattiti: ospiti d’onore per quest’anno sono Philippe Agogué (mercoledì 18 novembre), talent scout del Cirque du Soleil, il colosso canadese simbolo del Nuovo Circo, genere che fonde drammaturgie teatrali a tecniche e numeri dell’arena di segatura, e il Circo di Stato Russo, una delle realtà più interessanti nel panorama circense mondiale, ricco di storia ed ancora oggi fucina di grandissimi talenti.

Stacks Image 1786

Tanto spazio sarà dedicato al circo italiano, con gli interventi tra gli altri di Marco Migliavacca (reduce dalla recente partecipazione a Allavita!, spettacolo che il Cirque du Soleil ha portato ad Expo) e di alcuni tra i più importanti fotografi di spettacoli dal vivo del nostro paese, come Gianluigi di Napoli (giovedì 19), che ha lavorato con artisti del calibro di Francesco De Gregori e del Clown dei Clown David Larible.
Si parlerà anche di
circo sociale: martedì 17 novembre Vittorio Babaglioni racconterà la sua esperienza all'interno di Hiccup Circus Uganda, associazione che opera nelle situazioni di disagio sociale della nazione africana.
Lo stesso giorno Franco Aloiso, presidente di Parada, ci parlerà dell'Associazione romena che da anni lavora coi ragazzi di strada di Bucarest e porta la sua assistenza in molti altri paesi.

Stacks Image 1810

Una parte consistente degli incontri sarà poi dedicata alla contaminazione tra generi: lunedì 16, in apertura della manifestazione, i partecipanti avranno l'opportunità di conoscere il Circo El Grito il cui slogan, “un circo contemporaneo all'antica”, ben racchiude la poetica ibrida e innovativa di questa compagnia italiana che sta riscuotendo ovunque enorme successo; il discorso proseguirà il 20 novembre, quando verrà presentato il Teatro Stalla, un’affascinante realtà che affonda le proprie radici nella pet teraphy e nella riscoperta del lavoro artistico con i cavalli.

Stacks Image 1840

Il fine settimana (21 e 22 novembre) sarà dedicato al piatto forte “nostrano”: il Circo di Moira Orfei. Sabato mattina gli studenti e tutti gli altri partecipanti avranno l’opportunità di assistere ad una prova aperta di Stefano Orfei Nones con i suoi grandi felini, mentre la domenica pomeriggio si potrà vedere gratuitamente lo spettacolo del Circo di Moira Orfei.

Gli studenti interessati al laboratorio possono scrivere a info@circoedintorni.it per segnalare la volontà di partecipare. In ogni caso resta obbligatoria l'iscrizione online da effettuare tramite sifa a dal 15 al 30 novembre.

Laboratorio di Circo

GIORNATE DI STUDIO SULL’ARTE CIRCENSE


Tornano le Giornate di Studio sull’Arte Circense


Dal 16 al 22 novembre 2015 il laboratorio organizzato da Circo e dintorni nell’ambito del progetto Open Circus porterà nelle aule del Dipartimento di Beni Culturali e Ambientali dell’Università degli Studi di Milano numerosi artisti, critici, storici ed operatori circensi dando anche la possibilità di partecipare gratuitamente a workshop di giocoleria e a visite ai tendoni presenti in città. Questa settima edizione ospiterà tra gli altri tre istituzioni del circo mondiale: il Cirque du Soleil col suo talent scout Philippe Agogué, il Circo di Stato Russo col suo direttore Vadim Gagloev e il Circo di Moira Orfei con Stefano Orfei Nones.

Per ulteriori informazioni

info@circoedintorni.it

Cirque du Soleil
Alle Giornate di Studio

Dalle prime piccole esibizioni nel Québec degli anni ottanta fino ai grandi successi internazionali, passando per gli show stabili a Las Vegas e Dubai e per il recente spettacolo Allavita! all'interno di Expo 2015: il Cirque du Soleil non ha bisogno di presentazioni. Il colosso canadese è una delle realtà circensi più conosciute al mondo e ha saputo innovare l'immagine delle arti del tendone sia dal punto di vista artistico che da quello manageriale.

Open Circus, il progetto di Circo e dintorni finalizzato alla realizzazione di numerose azioni trasversali per il ricambio generazionale all'interno delle discipline del tendone e per la formazione del pubblico circense, ha stretto una collaborazione proprio col celebre gruppo fondato nel 1984 da Guy Laliberté che porterà in Italia suoi esponenti di spicco e consentirà agli spettatori del nostro paese di conoscere più a fondo l'interessantissima realtà di questo circo originario di Montreal.

Fautore di questa partnership è Alessandro Serena, direttore artistico di Circo e dintorni, che dà sempre è impegnato per far riconoscere la qualità culturale dell'esperienza circense e che già diversi anni fa ha contribuito alla scoperta del Soleil in Italia, auspicando tra l'altro una più stretta sinergia tra il circo canadese e l'Ente Nazionale Circhi. Nel 2006 Serena ha organizzato presso l'Università degli Studi di Milano la conferenza “Cirque du Soleil: una visione, un'impresa artistica, un fenomeno di show business, un modello di business” con Mario D'Amico, responsabile marketing dell'impresa nordamericana; la presentazione di questo esempio di nuovo circo al grande pubblico è proseguita con gli speciali televisivi dedicati al Cirque du Soleil che Serena ha curato assieme a Annamaria Catricalà e con il lancio di Mondi lontani: in quell'occasione Circo e dintorni curò lo spettacolo d'apertura per l'anteprima del film prodotto dal Soleil e un incontro alla IULM di Milano, tenuto dalla professoressa Valentina Garavaglia e da Serena stesso, che analizzava il passaggio al grande schermo degli show di questa celebre compagine circense.

Stacks Image 2870
Stacks Image 2973

Alessandro Serena con gli artisti

Nel 2012, poi, il Soleil è tornato a parlare a curiosi e amanti del circo italiani durante le Giornate di Studio organizzate alla Statale di Milano. Ed è in questo contesto che si collocherà anche il primo degli eventi Open Circus dedicati al fenomeno canadese: tra le tante iniziative di matrice circense che prenderanno vita nelle aule universitarie nel novembre di quest'anno, ci sarà anche un meeting col Cirque du Soleil in cui gli studenti milanesi avranno modo di confrontarsi con alcuni dei più grandi esperti del settore carpendo i loro segreti e apprendendo cosa significa fare circo ad altissimi livelli dalla viva voce di chi ha trasformato questa vocazione in un vero e proprio lavoro. Un modo trasversale, innovativo ed interessante per appassionarsi al circo.

Stacks Image 2877
Stacks Image 281467

GIORNATE DI STUDIO
Al Circo Medrano

Stacks Image 80915

IMPRESSIONI
DELLE GIORNATE DI STUDIO 2015

© 2015 Circo e dintorni

pi 03672530239 - cf 93190200233